Il Progetto Welchome

riverlife scuola

Il centro polivalente della Scuola di Ancarano

 A seguito del successo dei vari eventi annuali all’interno di RiverLife, si sentiva la necessità di essere presenti sul territorio in modo più costante e fisso. L’occasione si è presentata quando è stata proposta la gestione dell’edificio che un tempo era la scuola di Ancarano. La scuola di Ancarano è nota agli abitanti della zona per essere stata prima un edificio scolastico e poi la sede di diverse realtà socio-culturali; a seguito di ciò si sono alternati piccoli lavori di ristrutturazione per renderla agibile e in sicurezza. L’idea di base di RiverLife è quindi quella di rimettere in sesto la scuola rendendola completamente utilizzabile e farla rivivere a pieno come un vero e proprio punto di riferimento per tutta Rivergaro, mettendo al centro la musica e attività aperte alla collettività. Gli eventi sono sempre importanti per RiverLife ma la volontà era quella di creare un posto che vada oltre a qualche giorno di festa e che sia fisso sul territorio. Un posto aperto tutto l’anno, per tutta la gente di Ancarano e di tutto il comune di Rivergaro. Testimonianza di ciò è che la scuola è utilizzabile da altre associazioni del paese come Ritrovare i Valori, ArTre e la Filodrammatica Ancaranese. La scuola attualmente è in uso al piano superiore come scuola di musica dove tanti bambini e ragazzi sono seguiti e accompagnati da veri e propri maestri specializzati in varie discipline: come Maria Giulia che insegna chitarra e violino, Takako con canto e pianoforte, Luca e Riccardo con la batteria e Andrea con la chitarra. Le sale attive per ora sono 2 ma l’obiettivo è quello di allestire una terza saletta e predisporre l’intero piano come luogo di registrazione, prove e dove condividere la passione per la musica. Per quanto invece riguarda la parte strutturale, nei limiti di quello che è l’edificio, e la parte esterna, l’intenzione è quella di rivalutare gli spazi sia fisicamente sia concettualmente, utilizzando materiali di recupero e collaborando con aziende della zona per creare un luogo utilizzabile il più possibile. Dal punto di vista delle proposte che vogliamo portare, pensiamo a piccoli concerti infrasettimanali, ma anche proiezioni di film all’esterno, piccoli mercatini e molto altro. Tutto questo è stato pensato anche grazie all’aiuto di un professionista della zona, Federico Zucchi, architetto laureato al Politecnico di Milano con esperienze anche in ambiti di design e comunicazione.

logo incredibol

Spinti dallo spirito di rivalutazione e di innovazione, RiverLife a Dicembre 2017, con il progetto pensato per la scuola di Ancarano, ha partecipato al Bando Incredibol posizionandosi tra i primi 16 progetti vincitori (di cui solo 4 associazioni) tra gli 83 partecipanti.

è un progetto nato nel 2010 per sostenere la crescita del settore culturale e creativo in Emilia-Romagna. Coordinato dal Comune di Bologna e sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna in partenariato con soggetti pubblici e privati, agisce, tra le altre attività, attraverso un bando periodico a supporto dello sviluppo delle startup del settore culturale e creativo, arrivato alla sesta edizione.
Il progetto di RiverLife, denominato Welchome, è basato sulla rivalutazione della scuola di Ancarano e ha come focus la creazione di un centro d’aggregazione e coworking, aperto tutto l’anno, dove poter trascorrere del tempo tra attività ludiche ed educative, workshop, e laboratori di diverso genere in un unico spazio. Quindi l’idea più generale è quella di vedere la scuola non solo casa della didattica ma luogo di incontro e punto di riferimento per persone di diverse generazioni, dove il vero fulcro è la musica, intesa come occasione di incontro e condivisione.

interno scuola

Collaborazione con le scuole di Rivergaro

A dicembre 2017 RiverLife con la scuola di musica ha partecipato al concerto di Natale organizzato dalle scuole medie di Rivergaro, dedicato a Elia Battini, ex studente e amico dei ragazzi di RiverLife; questo evento è stato un’occasione per presentare la collaborazione nata tra RiverLife e l’istituto scolastico di Rivergaro, grazie alla disponibilità del dirigente scolastico Marica Draghi e dell’insegnante Rita Croci; questa collaborazione è stata pensata per alimentare, nei futuri giovani Rivergaresi, interesse e amore per il loro territorio, ed è un’occasione vera per vivere da protagonisti il proprio paese.